La protesi dentaria è quella branca dell’odontoiatria che si occupa del restauro dei denti mancanti o esteticamente compromessi, migliorandone la funzione e l’estetica e apportando di tal modo più qualità alla nostra vita.

Protesi fissa

Si intende protesi fissa quella branca dell’odontoiatria che offre la soluzione di massima qualità per i pazienti che soffrono di perdita di uno o più denti. Assicurando il sentimento naturale e la lunga durata, è la scelta più comune dei pazienti che desiderano mantenere l’aspetto naturale.

Nel processo d’installazione di corone e ponti, prima bisogna limare i denti naturali e raccogliere l’impronta dentale in base a cui un laboratorio dentale crea la protesi, che infine va ancorata ai denti situati al lato del dente mancante che assumono il nome di denti pilastro. Se anche un dente pilastro dovesse essere danneggiato, va curato e a volte anche rinforzato.

La corona in ceramica è un dispositivo protesico fisso che imita la corona anatomica del dente. Lo usiamo quando un dente è gravemente danneggiato e visibilmente scheggiato o esteticamente inaccettabile, ma la sua radice è ancora forte e sana.

Prima bisogna limare il dente su cui ancorare la corona, poi si fa un’impronta, in modo tale da costruire una corona in ceramica la cui forma e schema cromatico si combinano perfettamente ai denti naturali adiacenti.

La base delle corone in ceramica si può eseguire in metallo, zirconio o interamente in ceramica.

  • La corona metallica è una protesi classica che oggi non soddisfa più i bisogni e i desideri dei pazienti. Il suo svantaggio principale è il nucleo metallico che blocca la trasparenza naturale dei denti, riducendone il valore estetico per altro compromesso anche dall’apparizione eventuale di un“bordo scuro” creatosi a causa del ritiro delle gengive.

  • La ceramica in titanio è costruita da un materiale leggero, di alta qualità che non provoca le reazioni allergiche. La corona in titanio-ceramica offre al contempo comfort, alta resistenza e sapore neutro. La struttura è grigia.

  • Il zirconio è un materiale moderno caratterizzato dall’elevata resistenza e biocompatibilità che allo stesso tempo assicura l’aspetto naturale del dente. Per il loro desiderio di avere i denti quasi uguali a quelli naturali, la maggior parte dei pazienti si decide per le strutture non metalliche come questa in zirconio che è bianca e per tanto un eventuale ritiro gengivale non potrebbe risultare con un “bordo scuro”.

Ponte dentale

 

Il ponte dentale è un dispositivo protesico fisso che sostituisce uno o più denti mancanti.

Come dice il loro nome, i ponti dentali riempiono la fila di denti interrotta ripristinando in tal modo la piena funzionalità e l’estetica dell’apparecchio dentale.

Il ponte di tre elementi rappresenta la situazione più comune e semplice in cui il dente medio si appoggia a due denti pilastro.

I ponti possono essere implementati tramite una corona in ceramica o in combinazione con l’impianto.

Protesi dentale

Protesi parziale

 

Le protesi parziali si utilizzano quando a un paziente manca un piccolo numero di denti e in questo caso, la protesi si inserisce tra i denti esistenti.

Protesi totale

 

La protesi totale si usa quando mancano tutti i denti della mascella. Il suo uso è consigliato solo come una soluzione alternativa ed economicamente vantaggiosa per riabilitare la mascella edentula nei casi in cui il posizionamento dell’impianto non è possibile.

La base è in acrilico e i denti possono essere in ceramica o acrilici. Mentre il paziente sta aspettando la sua protesi, ne ottiene una provvisoria.